fbpx

Maria Francesca Patrizi, Formatore

Laureata in Storia e Filosofia con indirizzo pedagogico all’Università degli studi di Perugia, appassionata di equitazione dall’età di 11 anni, ho conosciuto Antonello Radicchi a 18 anni e da allora la vita con i cavalli ė stata una condivisione di sacrifici e gratificazioni. Patente FISE dal 1986- I gr. Dressage nel 2006, dopo la nascita di due figli Matilde e Samuele. Ho partecipato come uditore a numerosi stages del maestro P. Karl in Italia e in Francia seguendo Antonello. Parallelamente ho iniziato a seguire corsi Uisp e FISE ottenendo le qualifiche di: -Operatore Cavalgiocare Uisp , -Tecnico di Volteggio di II liv Fise ., -Operatore Tecnico di Equitazione di Base Fise (OTEB), -Tecnico Attività Ludica Fise ( ex Aimatore Pony di II liv.). In questo periodo ho presieduto e gestito il mio centro Asd Le Pistrine e il C.E. Caldese dove ho formato e portato in competizioni numerosi atleti nelle discipline del volteggio e nelle categorie pony ludiche di pony games, gimkane , caroselli ottenendo medaglie sia come club ai Campionati Italiani che come regione Umbria alle Poniadi dal 2004 al 2011. Dal 2012 lavoro presso “Scuderia di Reschio Srl” seguendo l’allevamento e la scuola di Antonello e continuando a seguire aggiornamenti e seminari, l’ ultimo, sui “Disturbi del comportamento alimentare ed interventi assistiti con equidi: potenzialità ed esperienze”del Comitato Italiano Paraolimpico. Per me l’agonismo, come momento di confronto e di aggregazione, è positivo. Nel corso degli anni sono sempre più convinta che manchino un metodo e una predisposizione anche da parte di chi insegna a far crescere l’allievo. Lo scopo non è la competizione in se stessa, ma il come ci si arriva, come la si vive e come il binomio legge i risultati; se non va di pari passo ad una crescita personale diventa frustrazione per il cavallo per primo e per l’atleta. La passione per insegnare mi nasce dal voler dare delle risposte e dal voler risolvere i problemi dei binomi prima di tutto all’interno del binomio stesso, a livello fisico, psichico, motorio e funzionale; ho trovato queste risposte ed è per me una grande soddisfazione vedere i risultati che si trasmettono. Tenere “i piedi nella sabbia” è il mio habitat. Sto bene quando posso far vivere esperienze belle a persone e cavalli insieme, forse perché sto bene io, e credo di riuscire a trasmetterlo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top